domenica 25 settembre 2022

CHI SONO

Sono stato eletto nelle elezioni politiche del 4 Marzo 2018, al Senato della Repubblica. Sono il presidente nazionale Udc e faccio parte del Gruppo parlamentare Forza Italia – Udc al Senato. Dal 28 marzo 2018 sono il questore “anziano” di Palazzo Madama, eletto cioè con il maggior numero di voti.

IL MIO IMPEGNO PER LE MARCHE

Terra di valore, le Marche. Terra di comunità intraprendenti, di enormi risorse culturali, turistiche, ambientali, enogastronomiche. Terra di imprenditoria diffusa e dinamica. Terra che merita più attenzione per una crescita decisa.
Ecco, insieme vogliamo portare le Marche a contare davvero nel sistema di sviluppo italiano, nel contesto europeo, con la capacità di poter incidere realmente su chi ha la responsabilità di decidere. Possiamo fare tutto questo anche grazie ai valori della resilienza, dell’impegno e della passione, valori che donne e uomini di questa regione conoscono bene.

E sta esattamente qui la nostra sfida: disegnare per le Marche una definitiva identità, rendere il territorio forte di fronte al quadro incerto che il prossimo futuro ci presenta. Un obiettivo che raggiungeremo insieme.

Sono pronto ad ascoltare i Cittadini marchigiani, impegnandomi a fondo per questa terra, le Marche, perché credo sia possibile, oggi, far sentire forte la voce di questo territorio, ma soprattutto, ancor di più, perché credo nelle grandi potenzialità di questa regione meravigliosa.

LE PRIORITÀ

caro-energia

CARO ENERGIA

Difendere e tutelare famiglie e imprese italiane da questa emergenza che sta consumando segmenti fondamentali della nostra economia. Il nostro impegno è stare al fianco dei Cittadini:
– bisogna porre un tetto Ue al prezzo del gas; agire sugli extraprofitti delle società energetiche e garantire aiuti immediati a famiglie e imprese
– un Piano per l’indipendenza energetica dell’Italia
– investimenti sulle rinnovabili
– pieno utilizzo delle risorse interne

infrastrutture

INFRASTRUTTURE

Il rafforzamento infrastrutturale delle Marche é una priorità che non può essere più rinviata. Per valorizzare al meglio le risorse di questa regione bisogna promuovere lo sviluppo di:
– Porto
– Aeroporto
– Interporto
– Alta velocità
Sono le priorità che, insieme all‘accelerazione della ricostruzione post-sisma, vanno sostenute con convinzione per la crescita della regione facendo in modo che questo territorio possa essere all’altezza delle proprie potenzialità ed aspirazioni.

alluvioni

EMERGENZA ALLUVIONE

Le Marche sono state colpite da un’alluvione spaventosa.
Siamo vicini ai familiari delle vittime e delle persone ancora disperse. Le istituzioni hanno il dovere di far sentire forte la propria presenza.
Ho chiesto al presidente Draghi di intervenire con sostegni economici e una moratoria fiscale. Contro l’emergenza climatica bisogna puntare sulla prevenzione con un Piano nazionale per la sicurezza dei territori. Servono risposte non più rinviabili.

10 PUNTI PROGRAMMATICI

È la nostra priorità. La nostra proposta: cancellare gli sprechi del reddito di cittadinanza per ridurre le tasse sul lavoro, spingendo le aziende ad assumere e lasciando più soldi in busta paga ai lavoratori.

La crisi economica degli ultimi anni ha investito anche le Marche e la questione occupazionale è per noi la più importante. Diciamo stop all’assistenzialismo. Il lavoro non si crea per decreto ma as esempio tagliando il cuneo fiscale a beneficio di imprese e lavoratori.

Le Marche sono una terra, da sempre, dove c’è grande voglia di fare impresa. Le proposte:
– riordino e stabilizzazione degli incentivi fiscali e sblocco dei crediti
– riforma Codice degli appalti
– rilancio piccole botteghe, negozie ed attività manufatturiere
– sostegno all’artigianato
– favorire l’accesso al credito

La tutela dell’ambiente e del ricco patrimonio paesaggistico delle Marche è una premessa per creare sviluppo e benessere. Nel turismo bisogna investire sul brand Marche in Italia e all’estero, valorizzando il patrimonio culturale, le identità dei territori e i prodotti tipici locali sostenendo tutti gli operatori del turismo.

Le Marche vantano una tradizione agricola importante. Le nostre proposte:
– affrontare la crisi idrica con investimenti su reti idriche e infrastrutture irrigue
– sostenere le imprese agricole
– contrastare l’abbandono delle aree rurali

La famiglia per noi è un valore, così come lo è non lasciare indietro nessuno:
– quoziente familiare (meno tasse a chi ha più figli)
– Piano natalità (incentivi fiscali per nidi aziendali e sostegno alle giovani coppie)
– aumento assegni familiari
– più risorse destinate ad anziani, persone con disabilità e non autosufficienti

L’esperienza del Covid ci ha dolorosamente insegnato quanto sia importante investire sulla tutela della salute. Per noi è prioritario rafforzare la Sanità Pubblica, potenziando i Distretti sanitari nei territori per migliorare assistenza e cure ai cittadini, riducendo le liste d’attesa e incrementando gli organici di medici, infermieri e sanitari

La scuola è luogo di crescita. Le Marche sono ricche di università prestigiose. Gli impegni:
– maggiori investimenti sugli Atenei marchigiani puntando su ricerca e innovazione
– più risorse per la formazione professionale in linea con le esigenze di mercato
– aumento degli insegnanti di sostegno per promuovere l’inclusione scolastica

Il volontariato è patrimonio dell’Umanità. Il nostro impegno è sostenere questo mondo, così come le nuove generazioni e lo sport, prevedendo incentivi fiscali per i giovani che aprono un’attività nelle zone interne delle Marche e promuovendo l’associazionismo sportivo e dilettantistico.

Per noi non è uno slogan ma un impegno:
– incremento organici Forze dell’Ordine
– certezza della pena, una giustizia più efficiente e processi veloci
– contrasto alla violenza sulle donne

CAMPAGNA ELETTORALE

VOTA COSÌ